Guida alla manutenzione della bicicletta

Placeholder image

Guida alla manutenzione della bicicletta

Per garantire che la vostra bicicletta funzioni bene per un lungo periodo di tempo, è necessario effettuare una regolare manutenzione. Non è sempre necessario visitare un’officina per questo. Potete eseguire da soli molti semplici lavori di riparazione e manutenzione senza l'ausilio di attrezzi speciali. In questa guida, proviamo a fornirvi alcuni consigli pratici.

Come posso riparare una bicicletta da solo?

Per le riparazioni di base della bicicletta è di solito sufficiente una cassetta degli attrezzi ben assortita. Per i possessori di una singola bicicletta è sufficiente acquistare soltanto un set di leve per pneumatici per rimuovere una camera d'aria danneggiata. Ad esempio, una gomma a terra può essere riparata semplicemente cambiando la camera d’aria e si può utilizzare un modello a prova di foratura per evitare un altro foro. Se il freno è scivoloso o è troppo allentato, è possibile regolare correttamente anche i freni tradizionali della bicicletta utilizzando le viti all'estremità inferiore del braccio del freno. Un sistema di cambio a gancio, invece, può essere riadattato, nel caso in cui si tratti di un classico sistema di cambio a mozzo, con l’aiuto della catena di trazione o le viti corrispondenti. Per la manutenzione della bicicletta e per evitare guasti, si consiglia inoltre di pulire e ingrassare regolarmente la catena con un olio detergente adatto e un panno umido.


1. Pulizia della catena della bicicletta

Le catene per biciclette dovrebbero essere pulite circa ogni 300 km durante il normale utilizzo di una bicicletta su superfici prevalentemente asfaltate. Se viaggiate spesso su strade non asfaltate, dovrete ripulire la catena più spesso a causa del suo maggiore insudiciamento.

Per prima cosa, è opportuno rimuovere lo sporco grossolano con una spazzola e un olio detergente per la manutenzione dalla catena, dagli ingranaggi, dalla cassetta, dal deragliatore posteriore e dal deragliatore anteriore. Le aree di difficile accesso sono facilmente raggiungibili con uno spazzolino da denti consumato. Successivamente, tirate la catena utilizzando un panno umido, girando la manovella all'indietro. Le ruote senza pignone vengono capovolte, in modo che la catena possa essere pulita con la manovella in avanti. Infine, applicare un olio minerale per catene o del grasso per catene. Gli oli vegetali non devono essere utilizzati, in quanto rendono appiccicosa la catena. Dopo un breve tempo di reazione è possibile asciugare l'olio in eccesso con un panno. Uno spray per catene è altresì una buona alternativa.

Placeholder image

Placeholder image

2. Sostituzione della camera d'aria e degli pneumatici della bicicletta

Per sostituire lo pneumatico o la camera d'aria di una bicicletta, la ruota deve essere prima rimossa. Aprite dunque la valvola per fare uscire l'aria. Sollevate gradualmente il copertone sul cerchio con le leve per pneumatici su un lato e rimuovetelo completamente. Svitate la valvola e l'anello di fermo per rimuovere infine la camera d'aria. Mettete la nuova camera d'aria della bicicletta e fissate in modo allentato con l'anello di fermo. Quindi inserite la valvola e chiudetela. Gonfiate leggermente la camera d’aria per evitare di rovinarla. Quindi, fissate di nuovo il copertone sul cerchio con l’aiuto delle leve per pneumatici. Se il copertone si adatta correttamente al cerchio, è possibile gonfiarlo completamente e stringere l'anello di fermo sulla valvola.

I lunghi tempi necessari per la sostituzione delle camere d'aria delle biciclette possono essere notevolmente ridotti utilizzando camere d’aria a prova di foratura. Queste camere d'aria per biciclette contengono un sigillante che ripara immediatamente e automaticamente le forature fino ad un diametro massimo di 3 mm.


3. Regolazione dei freni della bicicletta

I freni tradizionali per biciclette (freni a V) sono relativamente facili da regolare. Tuttavia, è meglio lasciare la messa a punto dei sistemi di frenatura idraulici per biciclette ad uno specialista. Durante la regolazione dei freni a V, bisogna assicurarsi che entrambi i bracci dei freni siano simmetricamente allineati con il cerchio.

Tra la ganascia del freno e il cerchio dovrebbe esserci una distanza di 1,5 - 2 mm. La ganascia del freno non è allineata parallelamente al cerchio, ma più vicina al cerchio anteriore che posteriore. La regolazione di precisione viene effettuata con le viti all'estremità inferiore del braccio del freno. Ruotando in senso orario, si aumenta la distanza tra la ganascia del freno e il cerchio. Ruotandolo in senso antiorario, si avvicina la ganascia del freno al cerchio.

Placeholder image

Placeholder image

4. Regolazione del sistema di cambio a mozzo della bicicletta

Se le marce scivolano o si agganciano durante il cambio, il sistema di cambio delle marce della bicicletta deve essere regolato. Queste impostazioni dipendono dal produttore. Se disponibile, consultate quindi il manuale d'uso della vostra bicicletta. Il classico mozzo a tre velocità, ad esempio, deve essere cambiato sulla terza marcia per la regolazione. Successivamente, il manicotto di fissaggio in plastica della ruota posteriore viene spinto sulla catena di trazione fino a quando non è teso. Se la prima marcia è difficile da innestare, vuol dire che la regolazione è troppo tesa e deve essere ripetuta. Se la regolazione è troppo allentata, estrarre ulteriormente la catena di trazione dal mozzo e tenderla come descritto sopra.

Con i sistemi di cambio a mozzo della Shimano, ad esempio, la regolazione avviene nella marcia che è marcata a colori sul mozzo. É presente anche una marcatura colorata sul lato opposto. Queste due linee di marcatura dovrebbero essere esattamente opposte l'una all'altra. La regolazione viene effettuata tramite la vite d’arresto sul mozzo.


Torna su