Fioriere da esterno - 10 consigli

Placeholder image

Fioriere da esterno - 10 consigli

Scopri tutto quello che c’è da sapere sulle diverse tipologie di fioriere e sui vasi per piante da esterno. Oltre all’aspetto estetico, è importante saper scegliere le giuste dimensioni, tenere conto della resistenza agli agenti atmosferici e scegliere correttamente il materiale della vostra fioriera.

1. Quali fioriere da esterno scegliere?

Come i vasi per piante da interno, occorre scegliere con cura anche le fioriere per esterno; esse devono sia appagare l’occhio che essere adatte alle piante che conterranno. Inoltre, i vasi per piante da esterno. dovrebbero essere maggiormente resistenti al calore, al freddo e ai raggi UV.

Potete trovare fioriere da esterno realizzate in vari materiali come il polyrattan, resistente alle intemperie, il cemento e il legno. Altri materiali utilizzati sono la plastica, l’acciaio corten e l’acciaio inossidabile. A seconda del materiale scelto, può essere necessaria una manutenzione particolare delle fioriere.

L'impiego di fioriere da esterno apre tantissime possibilità per progettare il proprio giardino, la terrazza o il balcone. La scelta di vasi per piante, fioriere e sottovasi è enorme. Nella scelta dei contenitori giusti per le vostre piante, sono importanti la funzionalità, le dimensioni e il materiale, oltre naturalmente all’aspetto estetico.

Quali fioriere da esterno scegliere?

Fioriere da esterno per balcone, terrazza e giardino

2. Fioriere da esterno per balcone, terrazza e giardino

La vasta gamma di fioriere da esterno saprà soddisfare ogni vostra esigenza e vi permetterà di trovare sicuramente il prodotto giusto per voi... indipendentemente che cerchiate qualcosa per il balcone, la terrazza o il giardino. La nostra selezione di fioriere spazia da semplici vasi per piante, utilizzabili in qualsiasi contesto, a fioriere dal design accattivante.  Potete usare le fioriere ovunque nel vostro spazio esterno, l’unica accortezza è che siano resistenti ai raggi UV e agli agenti atmosferici.


3. Scegliere le fioriere giuste - la scelta del materiale

Cosa ne pensate dei vasi in terracotta? Questo tipo di prodotti, anche a forma di anfora, si prestano bene alla progettazione di un giardino in perfetto stile mediterraneo. Attenzione però che la terracotta è leggermente permeabile all'acqua: se da un lato questa caratteristica evita i ristagni di acqua (dannosi per qualsiasi pianta), d’altro canto rende necessario innaffiare più spesso le piante. La terracotta inoltre, se non viene trattata a dovere, è molto più sensibile al gelo rispetto ad altri materiali.

Mastelli, casse per fiori e vasi per piante realizzati in particolari tipi di plastica come il polyrattan, sono resistenti alle intemperie e disponibili in una grande varietà di colori, forme e design. Al momento dell'acquisto, assicuratevi che le fioriere siano resistenti ai raggi UV per evitare che la plastica si sbiadisca. Anche i vasi da esterno in fibra di argilla sono un’ottima soluzione per il vostro spazio aperto… sono versatili e disponibili in varietà che simulano l’effetto pietra in maniera veramente realistica.

Le fioriere in legno, pietra o cemento sono indicate per la progettazione di terrazze, balconi o giardini in stile “urban”. I vasi per piante da esterno in legno sono resistenti alle intemperie, durevoli e versatili. L'ideale sarebbe mettere un foglio di plastica sul fondo esterno del vaso per fare in modo che non appoggi direttamente sul pavimento. La manutenzione regolare di fioriere e vasi in legno è fondamentale per garantirne la durata nel tempo. Le fioriere in cemento sono invece estremamente robuste e resistenti alle intemperie ma sono decisamente pesanti. I vasi per piante in cemento sono disponibili in varie forme e colori: potete usare il cemento colorato come sostituto della terracotta, per esempio.

Un'alternativa durevole e di facile manutenzione al legno sono le fioriere in WPC - o legno composito - un composito versatile di legno e plastica.

Le fioriere in metallo sono eleganti e robuste, ma devono essere zincate o trattate in altro modo per renderle completamente resistenti alle intemperie.

Scegliere le fioriere giuste - la scelta del materiale

Scegliere la giusta dimensione del vaso e del sottovaso

4. Scegliere la giusta dimensione del vaso e del sottovaso

Oltre all'aspetto e al materiale, la giusta dimensione gioca un ruolo decisivo nella scelta dei vasi per fiori e piante da esterno. Affinché la pianta si sviluppi e cresca in modo sano, le radici deve potersi espandere comodamente nel vaso. È consigliabile quindi informarsi sullo spazio necessario all’apparato radicale delle piante prima di scegliere il vaso in cui piantarle.

Per le piante a ciclo annuale la scelta della dimensione del vaso non è così importante, in quanto hanno una sola stagione di crescita. Sicuramente però anche questo tipo di piante beneficia di un vaso con adeguato spazio per lo sviluppo delle radici.


5. Trasportare mastelli per piante, vasi e casse pesanti

Le grandi fioriere da esterno in terracotta, cemento o legno, sono spesso pesanti e ingombranti. Il peso elevato dei contenitori rappresenta una sfida se si vuole cambiare la disposizione delle piante in giardino, sul terrazzo o sul balcone. I vasi per piante in materiali più leggeri come plastica e fibra di argilla offrono una soluzione sicuramente più gestibile. Un altro valido aiuto è fornito da ausili per il trasporto, come il portavaso con rotelle, che trovi nella categoria Accessori per piante e vasi.

Trasportare mastelli per piante, vasi e casse pesanti

Ghiaia e telo da giardino per evitare il ristagno d'acqua nelle fioriere

6. Ghiaia e telo da giardino per evitare il ristagno d'acqua nelle fioriere

Per far crescere in modo sano e forte qualsiasi tipo di pianta, è necessario evitare i ristagni d’acqua nei vasi. Le fioriere in terracotta evitano questo problema grazie alla loro elevata permeabilità… Ma c'è un rimedio anche per i vasi e le cassette per fiori realizzati in altri materiali:

Controllate sempre che siano presenti i fori di drenaggio sul fondo dei vasi. Attraverso questi fori l'acqua in eccesso può raccogliersi nel sottovaso o direttamente nel suolo, evitando i ristagni. Se la fioriera non ha questi fori, è possibile realizzarli da sé.

Utilizzate ghiaia di fiume o argilla espansa insieme a del telo traspirante per giardino. Come prima cosa riempire il fondo del vaso con un po' di ghiaia o argilla espansa, successivamente stendete sopra l’argilla un pezzo di telo traspirante da giardino. Infine, sopra al telo adagiate il terriccio. In questo modo il tessuto permeabile all'acqua del telo da giardino impedirà al terriccio di fuoriuscire dai fori di drenaggio del vaso quando innaffierete le vostre piante.


7. Il terriccio ideale per la piantumazione

Quando si piantano alberi o fiori in vasi da esterno, si è liberi di utilizzare il substrato o il terriccio più adatto alla pianta specifica… si utilizza quindi una soluzione chiamata “ad isola”. In questo modo si riescono a ricreare le condizioni ottimali per ogni singola pianta. È possibile utilizzare diversi substrati e miscele come sabbia e argilla, nonché calce, ghiaia e compost.

Se volete preparare voi stessi la giusta miscela di terriccio per la pianta, usate un secchio o una carriola e una pala da giardino per mescolare i substrati. Successivamente il terriccio vegetale viene messo nella fioriera e la pianta viene posta con cura al suo interno. Premete leggermente il terreno intorno alla giovane pianta e annaffiatela generosamente, in modo che le radici abbiano un buon contatto con il terreno.

Il terriccio ideale per la piantumazione

La giusta collocazione per le fioriere da esterno

8. La giusta collocazione per le fioriere da esterno

La collocazione ottimale per una fioriera da esterno dipende principalmente dal tipo di pianta che contiene. Le piante mediterranee, per esempio, sono spesso piantate all’interno di mastelli e prediligono una collocazione soleggiata, calda e protetta dal vento. Le piante domestiche e le piante da frutto, invece, hanno esigenze molto diverse. Alcune piante, per esempio, prosperano se collocate all’ombra. Prima di posizionare la fioriera, scoprite qual è l’esposizione privilegiata dalla pianta. Utilizzate i pratici sottovasi con ruote per cambiare collocazione tra una stagione e l'altra.


9. Necessità di fertilizzante nelle piante in vaso

Poiché le piante in vaso sono isolate in contenitori separati, nessun nuovo nutriente raggiunge il substrato. È quindi necessario fertilizzare tutte le piante coltivate in vaso. Per questo è possibile utilizzare diversi Fertilizzanti per piante.

Assicuratevi che ogni pianta riceva la corretta composizione nutritiva nel periodo adatto alla fertilizzazione come la primavera e l’autunno. Le sostanze nutritive più importanti per le piante coltivate in vaso sono ad esempio fosforo, azoto, potassio e magnesio. esistono anche fertilizzanti specifici per singole specie di piante… Seguite sempre le istruzioni d'uso del produttore per la fertilizzazione.

Durante l’estate è invece consigliabile ridurre al minimo l'applicazione di fertilizzante. Molti tipi di piante durante i mesi più caldi e asciutti, infatti, entrano in un periodo di riposo chiamata “stasi vegetativa”. Se fertilizzate quando sono in questa fase, le piante potrebbero crescere in modo innaturale, con conseguenti problemi di stress vegetativo.

Necessità di fertilizzante nelle piante in vaso

Protezione contro i parassiti per le piante in vaso da esterno

10. Protezione contro i parassiti per le piante in vaso da esterno

Le piante da esterno coltivate in vaso fioriera o mastello, sono spesso attaccate da parassiti. Oltre agli afidi, le lumache possono diventare un problema, soprattutto nei vasi più bassi. Per proteggere le vostre piante in vaso, utilizzate quindi adeguati Prodotti fitosanitari. Un nastro di protezione per lumache, ad esempio, potrà sicuramente aiutare.


Torna su