Ortaggi autunnali: cosa piantare e cosa raccogliere

Ortaggi autunnali: cosa piantare e cosa raccogliere

Ortaggi autunnali: cosa piantare e cosa raccogliere

In autunno l'anno del giardinaggio volge lentamente al termine. Non c'è solo molto da raccogliere, ma anche qualcosa da piantare. Ecco cosa fare.

1. Cosa si può piantare nell'orto in autunno?

In autunno l'anno del giardinaggio volge lentamente al termine. Oltre a un ricco raccolto di zucchine, zucca e simili, ci sono alcuni tipi di verdure che puoi seminare o piantare come giovani piante nel terreno. Soprattutto, i tipi di lattuga e cavolo a crescita rapida come il soncino, la rucola e la lattuga di raccolto, bietole e ravanelli possono essere raccolti dopo poco tempo o persino sopravvivere all'inverno. Ecco qui una panoramica di quali verdure puoi ancora piantare e quali cure sono necessarie.

Cosa si può piantare nell'orto in autunno?

Coltivare il soncino

2. Coltivare il soncino

Il soncino non ha particolari esigenze sul terreno, ma predilige un terreno calcareo-argilloso. Inoltre, puoi facilitare lo sviluppo delle tue piante aggiungendo un po’ di composto nel terreno prima della semina. Anche il soncino non si sposa molto bene con le erbacce. Pertanto, è bene rimuoverle il più regolarmente possibile per consentire una crescita senza ostacoli. Scegli un luogo il più soleggiato possibile per il tuo soncino. A proposito, i buoni vicini sono i cipollotti.

Per la coltivazione del soncino si scavano lunghi solchi in cui si piantano i semi ad una distanza di circa 5-8 cm. Le scanalature del seme dovrebbero essere profonde al massimo 0,5-1 cm. Se si desidera creare più solchi di semina in parallelo, lasciare una distanza di circa 15 cm tra loro in modo che le singole piante non si comprimano tra loro. Quindi, riempi di nuovo il solco del seme con la terra e premilo con decisione ed innaffia in modo uniforme.

Assicurati che il soncino non soffra di temperature eccessivamente alte con luce solare diretta, altrimenti non crescerà così bene e ci saranno meno raccolti. Anche dopo la semina, il terreno dovrebbe essere sempre privo di erbacce. Mantieni il tuo soncino umido, ma non troppo bagnato, altrimenti potrebbero diffondersi malattie fungine come l’oidio. Se vuoi il tuo soncino anche durante l’inverno, dovresti intervenire aggiungendo un po’ di fertilizzante vegetale organico nel terreno e coprirlo con velo invernale in caso di gelo e neve.


3. Piantare la bietola

Essendo una pianta biennale, cerca un punto dove la bietola trovi il punto più soleggiato possibile per due anni. Il terreno appena scavato, idealmente profondo e pieno di humus dovrebbe avere circa 40 cm di spazio su tutti i lati, poiché la bietola diventerà abbastanza grande. Inoltre, ha bisogno di molte sostanze nutritive, quindi prima della loro crescita assicurati di arricchire il terreno con composto e trucioli di corna e che non siano stati coltivati in anticipo mangiatori pesanti come cavoli, pomodori o zucche.

La bietola ha bisogno solo di una concimazione moderata sotto forma di composto e trucioli di corna per crescere bene. Soprattutto nei giorni asciutti, dovresti anche innaffiarlo abbondantemente, ma evitare ristagni d’acqua. Poiché la bietola tollera il gelo da leggero a medio, non bisogna intervenire negli inverni miti.

Piantare la bietola

Piantare gli spinaci

4. Piantare gli spinaci

Gli spinaci sono una pianta dalle radici profonde che predilige terreni argillosi, profondi e con un'elevata percentuale di humus. Prima di piantare, allenta il terreno, rimuovi le erbacce e mantienilo ben umido mentre le foglie morbide si seccano rapidamente. Quando si sceglie una posizione, agli spinaci piace particolarmente quando vengono piantati in un luogo soleggiato come coltura successiva a pomodori, cetrioli, patate o cavoli: queste piante sono anche dei buoni vicini per gli spinaci. Gli spinaci possono anche tollerare il gelo leggero e lo svernamento.

Puoi piantare spinaci autunnali ad agosto e spinaci invernali a settembre. Gli spinaci vengono coltivati in file di piante distanti circa 20 cm l'una dall'altra. Le piante nelle singole file necessitano di una distanza di 15 cm. Usa un dito per praticare dei buchi profondi da 3 a 4 cm nel terreno in cui metti i semi. Quindi devi solo coprirlo con terra e versarci sopra dell'acqua.

Una volta che le giovani piante sono cresciute un po', puoi controllare che siano separate: puoi vederlo quando molte piante crescono in un posto. Inoltre, assicurati di rimuovere le erbacce in tempo utile in modo che la crescita delle tue piante di spinaci non sia inibita. Innaffia gli spinaci regolarmente perché le foglie appassiranno molto rapidamente una volta asciutte. Tuttavia, non dovresti concimare in aggiunta gli spinaci: le verdure tendono a convertire l'azoto nel fertilizzante in nitrato nocivo.


5. Seminare ravanelli

Indipendentemente dal fatto che si tratti di un orto, di un'aiuola rialzata o semplicemente di una scatola da balcone, i piccoli ravanelli necessitano solo di un luogo arioso con poche ore di sole e terriccio sciolto, preferibilmente mescolato con un po'di sabbia. Quindi disegna le file nella terra o nella scatola del balcone con una distanza di 10-15 cm e una profondità di 1 cm. Pomodori, fagioli e lattuga sono degli ottimi vicini per un raccolto misto. Invece, i cetrioli e altre verdure crocifere come il cavolo rapa, non dovrebbero essere piantati accanto ai ravanelli.

I semi vanno disposti in fila a una distanza di 4-5 cm l'una dall'altra. Successivamente, coprite i semi con un po' di terra e innaffiateli molto bene con un ruscello sottile. Mantieni il terreno costantemente umido durante il periodo di coltivazione raccoglierli dopo soli 30 giorni. Quando fuori fa già più freddo, coprite i ravanelli con un foglio o un vello.

I ravanelli sono considerati particolarmente facili da curare perché crescono molto rapidamente. Proprio per questo, però, bisogna annaffiarli a sufficienza e in modo uniforme ogni giorno quando è asciutto. Con maggiori fluttuazioni nella fornitura d'acqua, i ravanelli diventeranno pelosi potrebbero scoppiare. Se hai già allentato il terreno durante la preparazione aggiungendo dei nutrienti della pre-coltura, non devi concimarli ulteriormente: i ravanelli sono molto sensibili ai sali.

Seminare ravanelli

Coltivare la rucola

6. Coltivare la rucola

La rucola preferisce un luogo su humus, terreno sabbioso-argilloso su cui non sono mai state precedentemente piantate verdure. Per fornire ai semi delle condizioni di partenza ottimali è bene lavare il terreno con circa 2 litri di composto maturo per metro quadrato. Puoi anche usare trucioli di corno. Inoltre, dovrebbe anche essere in una posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata.

Puoi seminare la rucola direttamente da maggio a settembre. I semi di rucola sono posti a 1,5 cm di profondità nel terreno. Si seminano in file e si lascia uno spazio di circa 15-20 cm tra di loro. Una volta che i semi sono nel terreno, ci vorranno circa 5-15 giorni per germogliare.

Poiché le radici delle Rucole si diffondono piatte nel terreno e non penetrano negli strati più profondi del terreno, è necessario, nelle aree in cui si è seminato, un'irrigazione regolare. Inoltre, il terreno dovrebbe essere regolarmente allentato e diserbato. Non devi concimare la tua rucola in quanto è un mangiatore basso e non ha bisogno di tanti nutrienti.


7. Seminare la lattuga

Puoi piantare la lattuga sia sul terreno che sul balcone. L’insalata prospera meglio in luoghi soleggiati o parzialmente ombreggiati. Predilige terreni ricchi di nutrienti e humus. La lattuga in salamoia non deve essere piantata due volte di seguito e non vicina ad altre piante come lattuga, carciofi o cicoria. I buoni vicini sono ravanelli spinaci, barbabietole e tutti i tipi di verdure di cavolo.

Dalla fine di marzo la tua lattuga può essere seminata direttamente in aiuola o in vaso sul balcone. Quando si semina direttamente, fare attenzione a non seminare le piante troppo vicine: una distanza di 25 cm tra le piante è ottimale. In alternativa, puoi piantare la lattuga come piantina con la stessa spaziatura.

Per allontanare i punti neri non amati, dovresti proteggere la lattuga che hai piantato nel letto dai parassiti con una recinzione per lumache.

Seminare la lattuga

Raccogli le verdure in autunno

8. Raccogliere le verdure in autunno

L'autunno è il periodo del raccolto! A seconda di ciò che hai coltivato nel tuo giardino, in questo periodo è tempo di raccogliere molte verdure dal terreno. Ecco una selezione di verdure, a seconda del momento della semina che maturano in autunno:

  • • Zucca
  • • Carote
  • • Cavolo verza, cavoletti di Bruxelles, cavolo cappuccio bianco e cavolo Nero
  • • Fagioli
  • • Piselli
  • • Cetriolo
  • • Zucchine
  • • Broccoli
  • • Cavolfiore
  • • Cavolo rapa
  • • Finocchio
  • • Patate
  • • Barbabietola
  • • Cipolle
  • • Porro

Torna su