Le perenni in giardino

Perenni in giardino
Che cosa sono le perenni? Piante erbacee che - a differenza di alberi e arbusti - non fanno tralci legnosi. In primavera, sono tra le prime nel giardino, a febbraio, appaiono aconite invernali, bucaneve e crochi. In estate, vicino alla magnifica le perenni. In autunno erbe delicate e astri raggiungono il picco e in inverno le sementi sono attraenti. Alcune perenni hanno anche foglie verdi invernali, ma per la maggior parte muoiono in autunno . Predominano in primavera poi sono riestratte dalle radici con germogli freschi.
Con le perenni, il giardino per tutto l'anno ha un tocco floreale.
1. Perenni per dare vitalità al giardino 2. Le perenni sono permanenti
3. Quali perenni scegliere e dove metterle 4. Luoghi soleggiati
5. Penombra 6. Ombra
7. Perenni per il laghetto da giardino 8. Cura delle perenni
Perenni per dare vitalità al giardino

1. Perenni per dare vitalità al giardino

Queste piante sono caratterizzate dalla loro diversità e vitalità. Infatti, cambiano enormemente durante l'anno: in primavera iniziano i primi germogli, in estate fioriscono fiori, sementi in autunno e in inverno appare la neve sui rami secchi. Nuove atmosfere emergono ancora e ancora in giardino. Con le perenni, è possibile creare habitat diversi, si può godere di quello romantico o energico, giocoso e stimolante. Le perenni sono così versatili che si adattano in ogni giardino, per ogni gusto e ogni posizione.

Le perenni sono permanenti

2. Le perenni sono permanenti

Per far crescere in modo ottimale le vostre perenni e e continuare a goderne al meglio, vale la pena conoscere alcune nozioni di base da seguire.
1) La posizione determina la pianta, non viceversa. Perenni che hanno bisogno di ombra, come le felci, bruciano sotto il sole cocente. Altre piante necessitano di essere esposte al sole. Solo se la posizione della pianta è adatta essa cresce e fiorisce bene.
2) Per ogni terreno (asciutto, umido o bagnato) esiste una vasta scelta di piante perenni correlate.

Quali perenni scegliere e dove metterle

3. Quali perenni scegliere e dove metterle

Dove arriva il sole? E per quanto tempo? Il luogo dove si hanno naturalmente più di 6 ore di sole al giorno, è da considerarsi soleggiato. Quello in cui si hanno 3-5 ore è un luogo parzialmente ombreggiato e quando il sole raggiunge meno di 3 ore al giorno possiamo parlare di un luogo ombreggiato. Solo se il luogo è adatto, le piante prosperano e crescono in modo ottimale e si otterranno bellissimi fiori profumati.

Soleggiate

4. Luoghi soleggiati

Ci sono piante perenni che hanno bisogno di molta luce, quindi di essere disposte in un luogo soleggiato del giardino. Ciò è fondamentale per crescere e svilupparsi in modo ottimale. Ad esempio, in un terreno asciutto, sabbioso o roccioso, per sopravvivere alla siccità meglio alcune piante amanti del sole come il sedum hanno foglie spesse, in cui immagazzinano l'acqua. Altre perenni possono essere riconosciuti dalle foglie dure o pelose.
Infine, ci sono quelle che vogliono avere la testa al sole ma i piedi bagnati, come ad esempio l' Echinacea.

Penombra

5. Penombra

Quando tra i margini di siepi e arbusti il sole arriva sul pavimento, ma solo poche ore al giorno, ci imbattiamo nella maggior parte di piante perenni. Se l'area è orientata a sud, il suolo è alla posizione è più calda. Sul lato nord è più umido e più fresco. Fate attenzione anche a questo nella scelta delle piante.
Nelle aiuole di fronte a muri, non vi è concorrenza per l'acqua e per le sostanze nutritive, molte perenni si trovano a loro agio poichè amanti del bagnato.

Ombra

6. Ombra

Le perenni amanti dell'ombra non hanno bisogno di essere esposte al sole. Sono i candidati ideali per stare all'ombra degli edifici, nei cortili o per crescere sotto gli alberi - a condizione che il terreno sia abbastanza umido. Ma anche quando si hanno aree problematiche con terreno asciutto ci sono dei sopravvissuti: sempreverdi, Calle o Aster .

Perenni per il laghetto da giardino

7. Perenni per il laghetto da giardino

Sul laghetto e nello stagno potete disporre piante acquatiche perenni. Il passaggio dal bordo dello stagno alla zona paludosa è fluido e non c'è una chiara differenziazione. Nella zona inferiore paludosa si trovano bene fiori come la Calendula, Iris e il Giunco fiorito. Giunchi, Carici e Tife sono altre erbe che si adattano bene. In acque profonde prosperano piante acquatiche che galleggiano in libertà come l'Achillea acquatica o le ninfee.

Cura delle perenni

8. Cura delle perenni

È consigliabile proteggere le perenni in modo che non si ribaltino. In caso di siccità prolungata, in estate è consigliabile annaffiare. In caso contrario, la cura è limitata ai bordi della perenne, al taglio e al diserbo occasionale. In autunno rimangono gli arbusti, sono attraenti per l'inverno e solo nel mese di febbraio, poco prima della nuova stagione, vengono tagliati.

Torna su