Assortimento

Servizi

Sei nel negozio di
Magenta (MI)
Località Mainaga, 31
20013 Magenta
Cerca il tuo negozio OBI
Indietro
Cerca il tuo negozio OBI
Non siamo riusciti a determinare la tua posizione.
Mostra altri negozi
Cerca il negozio sulla mappa

Sembra che il tuo browser sia impostato in modo da bloccare i cookies. Per poter usare correttamente tutte le funzioni del sito, sarà necessario abilitare i cookiees e ricaricare la pagina.

Il tuo browser non è aggiornato. Aggiorna il browser per una maggiore sicurezza, velocità e la migliore esperienza su questo sito.

Creare un giardino in bottiglia

Porte di casa a confronto

Crea un giardino in bottiglia

Un giardino in bottiglia è un ecosistema naturale bello da vedere, facile da costruire, e che richiede pochissima manutenzione. In questa guida ti daremo alcuni consigli su come costruirne uno.

1. Come creare un giardino in bottiglia?

Un giardino in bottiglia è un’ottima soluzione per chi vorrebbe coltivare delle piante in casa senza troppa fatica. Attraverso un ciclo naturale, il tuo piccolo giardino sarà infatti in grado di rigenerarsi completamente da solo e di vivere in autonomia per diversi anni.

Per creare questa serra in miniatura, dovrai avere a disposizione del terriccio che userai come substrato per il drenaggio, piante, acqua, terra, e un contenitore di vetro a tua scelta.

Come creare un giardino in bottiglia?

Che cos’è un giardino in bottiglia?

2. Che cos’è un giardino in bottiglia?

Un giardino in bottiglia è un ecosistema autonomo che rimane stabile grazie a un ciclo naturale, motivo per cui non richiede particolari cure.

Infatti, l’acqua versata nella bottiglia, quando evapora, si addensa contro la parete di vetro dove viene nuovamente riassorbita dalla pianta. Attraverso la fotosintesi invece l'anidride carbonica emessa di notte viene filtrata, e al suo posto viene rilasciato ossigeno fresco.

Per la sua semplicità questo piccolo giardino è adatto anche a chi pur essendo appassionato non ha una particolare esperienza con le piante.



3. Cosa mettere in un giardino in bottiglia


Per creare un giardino in bottiglia, devi prima di tutto avere a disposizione un contenitore di vetro, all’interno del quale sarà contenuta la tua creazione. È importante che il tuo contenitore possa essere richiuso ermeticamente. Per quanto riguarda la forma, invece, puoi usare una classica bottiglia, o contenitori con forme diverse come i barattoli per le conserve o per le caramelle.

All’interno del contenitore dovrai creare uno strato di drenaggio, in modo da prevenire la formazione di ristagni, ed evitare che il terreno cominci ad ammuffire. In questo caso, puoi scegliere tra argilla espansa, ghiaia, trucioli di basalto o prodotti simili.

Per prevenire la muffa, puoi aggiungere uno o due cucchiai di carbone tritato creando uno strato spesso fino a un massimo di 1 cm. Questo passaggio ti permette anche di eliminare gli odori creati da eventuali ristagni d'acqua.

Oltre alle piante giuste però, hai bisogno anche del terriccio in grado di adattarsi alle esigenze delle tue piante. Assicurati di non usare un terreno troppo ricco di sostanze nutritive: altrimenti le piante potrebbero crescere troppo rendendo lo spazio della bottiglia eccessivamente stretto.

Infine, se vuoi rendere il tutto più accattivante, puoi inserire pietre, conchiglie, rami o radici di diverse forme e dimensioni.

Fai molta attenzione però, il legno inizia ad ammuffire rapidamente a causa del clima caldo e umido.

Cosa mettere in un giardino in bottiglia

Le piante ideali per il tuo giardino in bottiglia

4. Le piante ideali per il tuo giardino in bottiglia

Per il tuo giardino in miniatura dovrai scegliere piante che siano in grado di crescere in un clima caldo e umido. Le piante esotiche sono la scelta ideale, perché il clima nella tua bottiglia è simile alle condizioni di vita del loro luogo di origine. Un consiglio: se vuoi aggiungere un tocco di colore puoi inserire delle bromelie e piccole orchidee.

Ti consigliamo anche di aggiungere del muschio, che con il suo effetto antibatterico previene la formazione di muffe e mantiene l’acqua pulita.

Lo spazio all’interno della bottiglia è solitamente più piccolo del previsto, perciò fai attenzione a suddividere per dimensioni i rametti e le piante scelte.


5. Come piantare un giardino in bottiglia

  1. Per prima cosa, pulisci il contenitore con acqua bollente per rimuovere germi e muffa. Se per creare lo strato di drenaggio usi la ghiaia o granuli di lava, dovresti lavarli prima con acqua bollente.
  2. Successivamente, a seconda delle dimensioni del contenitore, riempilo fino a un massimo di 2-3 cm di substrato (ghiaia, argilla espansa o simile). Nel caso in cui il collo della bottiglia sia troppo stretto, puoi aiutarti utilizzando un tubo di cartone o un imbuto.
  3. Aggiungi uno o due cucchiai da tavola di carbone o carbone attivo creando uno strato spesso fino ad un massimo di 1 cm.
  4. A seconda delle dimensioni della bottiglia, riempi il bicchiere con uno strato di 3-4 cm di terriccio secco. Le piante dovrebbero essere interrate con la stessa profondità con cui erano piantate nel vaso. Per distribuire il terreno in modo uniforme, puoi aiutarti sempre con un tubo di cartone.
  5. Ora puoi travasare le tue piantine. Per prima cosa, accorcia le radici lunghe per stimolare la pianta a formarne di nuove. Durante questo passaggio controlla sempre che non ci siano animali come afidi, bruchi o lumache in modo da non inserirli all’interno della bottiglia. Crea una cavità nel terreno con un cucchiaio a manico lungo e inserisci la pianta con una pinzetta, avendo cura di compattare il tutto con un bastoncino. Ricordati di lasciare abbastanza spazio in modo da poter distribuire il muschio tra le tue piante. Non ricoprire l'intera superficie, altrimenti l'aria non riuscirà più a raggiungere la terra e le piante.
  6. In base alle piante e ai tuoi gusti aggiungi elementi decorativi come pietre, conchiglie o piccoli rami.
  7. Innaffia il tuo giardino e sigillalo ermeticamente.

Come piantare un giardino in bottiglia

Posizione e cura

6. Posizione e cura

Trova un posto luminoso per la tua composizione in bottiglia, ma fa attenzione che non sia esposto direttamente alla luce del sole, altrimenti il vetro potrebbe scaldarsi troppo nuocendo alle piante.

Una volta creato il tuo giardino, innaffialo e poi chiudilo ermeticamente. Quando lo annaffi però, non esagerare, è meglio limitare le dosi. Per quanto riguarda l’acqua è sempre meglio usare acqua tiepida e senza calcare.

Infine, osserva attentamente la tua creazione: idealmente, la condensa si formerà sulle pareti di vetro durante la notte appannandole. Durante il giorno il vetro dovrebbe schiarirsi nuovamente. Se però il vetro del tuo contenitore rimane permanentemente appannato, o se l'acqua scorre lungo le pareti di vetro, significa che c’è troppa umidità. Quindi apri il bicchiere per alcune ore durante il giorno e lascia evaporare l'acqua al suo interno. Se il tuo barattolo ha un collo di bottiglia di piccole dimensioni, dovrai ripetere questa operazione per alcuni giorni.

Ricordati che il tuo piccolo giardino deve essere annaffiato solo raramente, circa una volta al mese o anche meno, e che non c’è nessun bisogno di aggiungere fertilizzanti.

Ogni tanto apri la tua bottiglia, in questo modo potrai controllare la salute delle tue piantine e rimuovere le parti malate o marce evitando la formazione di muffe.


Torna su