Guida alla scelta di laminati e vinilici

laminatoprimo

I laminati e i pavimenti vinilici sono la soluzione ideale per dare uno stile unico alla tua casa. In questa guida ti illustriamo le differenze principali tra questi due rivestimenti e le varie classificazioni a cui sono sottoposti. Ricordati che è buona norma acquistare circa il 15% in più rispetto alla superficie da rivestire, ciò ti consente di conservarne per future riparazioni.

1. Differenze tra pavimento vinilico e in laminato 2. Resistenza al graffio ed al calpestio
vinilami

1. Differenze tra pavimento vinilico e in laminato

Vantaggi del pavimento in vinilico:

versatile: può essere installato su qualsiasi superficie;
resistente all’usura;
ottimo isolamento acustico e silenzioso al calpestio;
si può posare su pavimenti riscaldanti;
facile da installare con posa autoadesiva o ad incastro;
ideale da posare in sovrapposizione a pavimenti preesistenti;
ecologici: 100% riciclabile, senza piombo, formaldeide o solventi;
facile da pulire: solo acqua e detergente neutro.

Vantaggi del pavimento in laminato:

√ resistente all’usura;
√ utilizzabile su un pavimento preesistente;
√ estrema facilità di posa (ad incastro);
√ compatibile con il riscaldamento a pavimento;
√ poca necessità di manutenzione (evitare di pulirlo con prodotti a base di ammoniaca bagnando la superficie in maniera eccessiva).

icone

2. Resistenza al graffio ed al calpestio

Il laminato ha due classificazioni che sono contenute nella normativa EN13329/00:

DomesticoCommerciale
Classe 21 Classe 22 Classe 23 Classe 31 Classe 32 Classe 33
AC1 AC2                AC3 AC4 AC5

- Classe AC2: per un uso domestico medio, come la camera da letto. Bassa resistenza al calpestio
- Classe AC3: per uso domestico intensivo, come l'ingresso o la cucina, o per uso commerciale leggero, quindi uffici e negozi poco trafficati. Media resistenza al calpestio
- Classe AC4: per uso commerciale medio, quindi uffici e negozi più trafficati. Buona resistenza al calpestio
- Classe AC5: per uso commerciale intensivo, come ad esempio gli alberghi. Ottima resistenza al calpestio
La seconda classificazione definisce la resistenza a seconda della destinazione d'uso (residenziale o commerciale) e dell'intensità di passaggio (moderata, normale e pesante).

Residenziale:
Classe 21: per carichi moderati (camere da letto)
Classe 22: per i carichi normali (salotti, sale da pranzo)
Classe 23 per i carichi pesanti (cucine, corridoi)
Commerciale:
Classe 31 per i carichi moderati (uffici poco trafficati)
Classe 32 per i carichi medi (negozi e uffici con traffico medio)
Classe 33 per i carichi pesanti (grandi uffici\negozi)

Torna su