Legge 231

 

 

 

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE e CONTROLLO D.Lgs. n. 231/2001 di OBI Italia S.r.l.

 

In data 8 giugno 2001, il legislatore italiano ha emanato il D.Lgs. n. 231 recante la “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di personalità giuridica”. Il Decreto ha introdotto nell’ordinamento italiano il principio della responsabilità degli Enti per i reati commessi, nel loro interesse o a loro vantaggio, dai dipendenti e/o dagli altri soggetti indicati nell’art. 5 del Decreto stesso (ad es., amministratori, sindaci, dirigenti, rappresentanti dell’Ente, nonché soggetti sottoposti alla loro direzione o vigilanza), a meno che, tra le altre condizioni, l’Ente abbia adottato ed efficacemente attuato un idoneo Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo.In relazione a ciò, nell’adunanza del 30 novembre 2012 il Consiglio di Amministrazione di OBI Italia S.r.l. ha approvato il proprio Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex  D.Lgs. n. 231 del 2001 e istituito il relativo Organismo di Vigilanza, allo scopo di soddisfare le condizioni necessarie per l’esenzione della responsabilità amministrativa dell’Ente secondo quanto previsto dal D.Lgs. 231/01.Dopo la prima approvazione, il Modello 231 di OBI Italia S.r.l. è stato successivamente aggiornato e migliorato alla luce dell’evoluzione giurisprudenziale e dottrinale, dell’evoluzione normativa del D.Lgs. 231/01 e dei mutamenti organizzativi aziendali intervenuti. Attualmente il Modello risulta aggiornato alla data del  31 maggio 2016.

Modello organizzativo Parte Generale e Intro Parte Speciale

OBI Italia
S.r.l. ha, inoltre, adottato un Codice di Condotta, i cui principi vanno ad integrare il Codice Deontologico del Gruppo OBI, con lo scopo di esplicitare e rendere manifesti, oltre che vincolanti all’interno della Società, un insieme di principi e di regole di condotta nei quali la stessa si riconosce e di cui esige il rispetto nello svolgimento delle attività aziendali. Questi principi sono a fondamento dell’impegno della Società per una condotta etica senza compromessi, orientata a mantenere una reputazione solida e riconosciuta.

Codice Condotta 231